Google+ Followers

lunedì 2 maggio 2016

Finta cassata

 

Proprio così, finta cassata, nel senso che non ha gli ingredienti della cassata classica o di quella al forno, cioè ricotta e cioccolato, bensì crema bianca alla vaniglia con scorza di cedro e al posto del pan di Spagna o della frolla...fette di una buonissima colomba pasquale da riciclare ! Da provare anche con panettone, pandoro, plumcake...ma anche con semplice pan di Spagna ..  

 

Per un diametro 22 faremo una crema così : 
500 ml latte p.s 
70 maizena 
120 zucchero canna o bianco, possibilmente polverizzato 
Mezza bacca di vaniglia 
50 gr di cedro candito 
Due/tre fette di scorza di cedro possibilmente non trattato ( a me hanno regalato dei cedri buonissimi , bio 100% ) 

Procedere mettendo gli ingredienti in un pentolino, sciogliere i grumi a freddo e poi lasciar cuocere fino a bollitura, mescolando continuamente con una frusta, ci vorranno circa 5/7 minuti e il tutto si addenserà, raggiungendo una consistenza gelatinosa, simile al budino ( non nego che uso questa crema proprio per fare dei buonissimi budini senza glutine per Michele, sostituendo parte della maizena col cacao amaro ). Fate freddare a fuoco spento, coprire con pellicola a contatto, poi al momento che servirà, togliete la
Vaniglia ( che laverete e farete asciugare conservandola per altri usi ), le bucce di cedro o scorza di limone, montate leggermente con fruste elettriche e unite 50 grammi di cedro candito alla crema, lasciar riposare . 
Intanto foderate, con pellicola trasparente, uno stampo classico da cassata, coi bordi a svasare verso l' alto rivestire fondo e bordo con fette di colomba e bagnate con rum e sciroppo di acqua e zucchero di canna . 
Versare la crema e riempire lo stampo quasi fino ai bordi, quindi chiudere con altre fette di colomba, bagnare e sigillare coi bordi di pellicola che avanzano dai lati, porre in frigo per almeno tre ore, l' ideale sarebbe farla un giorno prima di servirla .. 
Uscire dal frigo, aprire la pellicola, e con l' aiuto di un piatto, sformare il dolce, che andrà spolverizzato di zucchero a velo, prima di essere tagliato e gustato ! 


Questo è un dolce sbrigativo, mette D accordo tutti,volendo si possono sostituire i canditi con gocce di cioccolato , e risolve in poco tempo il problema del dolce all ' ultimo minuto per una visita improvvisa , perché la colomba o il panettone si possono sostituire con biscotti imbevuti o addirittura semplici merendine, perché no .. Anche senza glutine ! Ed avrete così una spettacolare buonissima finta cassata senza glutine ! Che aspettate ? Correte a curiosare n la vostra dispensa..e poi fatemi sapere ! 
Baciuzz e alla prossima ! 
Ciao ! 

sabato 19 marzo 2016

Cassata Siciliana senza glutine - Cuor Di Cucina


Ed eccomi a voi con una bella novita' ! Da qualche giorno faccio parte del team di Cuor Di Cucina , un sito raccoglitore di ricette fantastiche, all'interno del quale, io assieme a tanti altri appassionati di cucina, siamo autori delle nostre ricette e le pubblichiamo per condividerle con chi ha la stessa passione !

Ho il piacere di presentarvi la mia Cassata Siciliana senza glutine direttamente dal sito !
Allego il link e vi aspetto in tantissimi sui commenti ! Ditemi cosa ne pensate !
http://www.cuordicucina.it/cassata-siciliana-senza-glutine/

giovedì 3 marzo 2016

Biscotti da inzuppo - ( non chiamateli pietre ) ...

 
Li avevano chiamati pietre ... Ma come si sono permessi ?? Ahahah .. In effetti lo erano x davvero.. Duri, troppo biscottati... Ma erano da inzuppo e non lo avevo capito !! :D !! 

Prima che qualcuno mi banna, vi lascio la ricetta : 

220 mix farina eurospin per dolci ( non ricordo la marca ) 
80 gr farina di mandorle 
Un uovo taglia L 
50 ml olio di cocco ( ma potete usare altro olio , se usate burro, mettete 80 gr e verranno più friabili ) 
100 zucchero semolato ( non avevo quello di canna ) 
Scorza grattugiata di mezzo limone bio 
Zucchero a velo q.b. 

Formare un panetto con questi ingredienti e farlo riposare in frigo , poi suddividere l impasto in tante palline e rotolarle nello zucchero a velo, adagiarli in teglia foderata di carta forno schiacciandoli leggermente , poi in cottura si allargheranno e si spaccheranno .. Forno 180° x 15' 
Baci a tutti ! 

P.s. Col caffè ... Morbidissimiiiiiiiii ! 
Immaginateli col latte o col te' ... 
 
Con queste dosi ho realizzato 45 biscotti , a breve la conta dei cho 




giovedì 31 dicembre 2015

Aroma panettone-pandoro

 
Dalla foto già si capisce di cosa abbiamo bisogno ... 

La mia amica Mildred ( Graziella ) mi ha donato con la generosità e la dolcezza che la contraddistinguono, la sua ricetta per fare l'aroma panettone, io avevo il pandoro senza glutine in corso di lievitazione .. 
Per una mia forma mentis non ce la faccio, devo metterci del mio, in tutte cose, a costo di stravolgere tutto ... E siccome voglio chiudere l'anno in bellezza e bontà , vi omaggio del mio aroma panettone-pandoro, nato in una grotta, no, quella era un' altra storia..nato in una "wazzappata" con la ricetta della mia amica Mildrettina e la mia mente in fermento..sempre...

Ingredienti : 

Un cucchiaio di estratto di vaniglia ( io ho usato il mio, fatto con una buonissima grappa Chardonnay ) 
Un cucchiaino di liquore all arancia 
Un cucchiaio di miele biologico 
Un cucchiaino di scorza di arancia candita a pezzetti  ( ho usato quelle che ho fatto io ) 
Un pezzo di bacca di vaniglia 
Un cucchiaio di rum 

Mettete tutto in una ciotola di vetro, coprite con alluminio e mettete in frigo, a macerare per una notte o più ; trascorso questo tempo, estraete la bacca di vaniglia ( e non buttatela per carità ! Ma fatela asciugare e immergetela in un contenitore con dello zucchero, che scuoterete di tanto in tanto, e avrete un profumatissimo zucchero vanigliato ) e frullate il tutto. 
La vostra pappetta da aggiungere all'impasto dei vostri dolci o delle vostre creme e' pronta ! 

A parte : 
quattro fiale di essenze : 
Burro-vaniglia 
Rum
Arancia
Limone 
Una fiala grande vuota ( non butto mai quelle delle bacche di vaniglia ) 

Unite i liquidi in un unica fiala e avrete gli odori in versione essenza della pappetta sopra citata ! 
Questi potrete usarli per aromatizzare una bagna, o come ho fatto io, diluendo qualche goccia della multi essenza con un cucchiaino di alcool per dolci : ho spennellato l interno di un sacchetto per alimenti e ci ho infilato dentro il mio pandoro per quattro ore, poi ho aperto il sacchetto ( stavo svendendo, un odore inebriante ) e ho buttato dentro lo zucchero a velo, per innovare il mio pandoro... 
Fidatevi ... Una garanzia ! 

 

 

  

Questa è una ricetta con pochi cho, dipende quanto miele si utilizza .. Diciamo che per queste dosi, i cho sono circa 20 .. 
Spero vi piaccia la mia ricetta e mi farebbe piacere se citaste la fonte, qualora vorreste condividerla coi vostri amici, così come i miei hanno fatto con me ! 
Auguro a tutti un Felice Anno Nuovo, pieno zeppo di tutte le cose belle che desiderate ! 
Io vorrei solo un po di serenità ... E magari una notte di sonno... Chissà ! 
Buon 2016 a tutti voi ! 







 

mercoledì 30 dicembre 2015

Pandoro senza glutine - ricetta di Lucia Sinesi

  

Si, si, avete visto bene...un Pandoro ! 
Ed è senza glutine ! Ancora non ci credo che l' ho fatto...
Ma il miracolo è stato possibile solo dopo avere trovato lei, la mamma di questa ricetta perfetta oserei dire, Lucia Sinesi, una dolcezza di donna, che non finisco di ringraziare e lo faccio ancora, così, pubblicando sul mio blog la SUA RICETTA, e mostrandovi il mio capolavoro ! 
Scusate, se pecco di presunzione, ma sono molto molto orgogliosa e soddisfatta, considerato il terrore che avevo di provare a fare un pandoro, re incontrastato assieme al panettone, delle nostre case, durante le feste di Natale ! 
Miki non ha mai voluto il panettone, né il pandoro, prima di diventare celiaco... 
Beh, quest' anno me lo ha chiesto... E a sentir dire in giro, tutta una voce...Tanti soldi per un prodotto confezionato, che piace proprio a pochi, anzi, quasi a nessuno... 
E allora mi sono buttata, tanto...più dura di così... 
E invece ecco il risultato : morbido, soffice, sfogliatissimo, come mi hanno detto, e anche profumato, grazie alle essenze usate e create proprio per questa bontà, e anche qui devo ringraziare la mia amica dolcissima Mildred Graziella, che mi ha passato la sua ricetta dell' aroma panettone, ma che io ho personalizzato e a mia volta passato a lei, stamattina per telefono ! E glielo dovevo !! Non vi pare ? 

Il mio aroma panettone-pandoro ... Ma ve ne parlo in un altro post ! 
 
Qui il post dell'aroma : 
http://lamiacucinaperamore.blogspot.com/2015/12/aroma-panettone-pandoro.html

Intanto per voi la ricetta del pandoro di Donna Lucia Sinesi : 

Dosi per un pandoro da un kilo 

Fare il lievitino coi primi ingredienti della foto, originale della ricetta 

 

Le foto della mia realizzazione, cominciando dallo stampo, perché non avevo manco quello... 

Anche questa genialata l'avevo vista in giro, ma non credevo fosse così semplice realizzarlo ! 

 

 

Per realizzare lo stampo, ho usato una teglia di alluminio, quella da pizza, 26 cm ø, e ho dimezzato le dosi della ricetta, ottenendo un pandoro di 520 gr ! 
 
Ecco l' impasto nello stampo imburrato, ore 1,30 a.m ... 

 
 
E rieccolo, dopo dieci ore ! Accendiamo il forno, prestoooooo !

 

Ooooohhhhh che spettacolo !! Dopo esattamente un' ora di cottura a 160° !  

 

Per non farlo bruciare troppo, durante la cottura, ho adagiato sulla superficie un foglio di carta alluminio  

 

Terminata la cottura, ho capovolto su una gratella e fatto raffreddare nello stampo
 
Un sogno che si avvera .. ! 

 

E adesso, intoniamo un motivo natalizio, profumiamo col nostro aroma e inneviamo con tanto zucchero a velo ... 

 

 

Ditemi che ve ne pare... Io rimango meravigliata ... 

 

 
Signore e signori ... La fettazza !! 

  

Lo hanno definito " sfogliatissimo " .. E direi.... 
 
La colazione di Miki ... Amore ... 
 
Ora passiamo alla conta dei cho, per noi tanto importanti : 
La ricetta di cui foto sopra, riporta esattamente 520 cho compreso di zucchero a velo di copertura. 
Per questo pandoro, il cui peso è' 520 grammi, e cioè esattamente mezza dose della ricetta originale, i cho totali sono esattamente la metà', quindi 260 in totale, e per essere più precisi, una fetta da 10 gr avrà 5 cho... La nostra fetta pesava circa 65 gr... Uno spicchio di pandoro, per un totale di 32,5 cho ... 
Buonissime feste a tutti, auguro a tutti voi un meraviglioso anno 2016, e me lo auguro anche io ...  
E ora buttatevi... È morbidooooooo !! 
Baciuzzzzz e Buon Anno a tutti voi ! 
Ciao ! 
 




 












 















domenica 20 dicembre 2015

Secondo raduno degli Amanti della Cucina Siciliana - Pistacchio e cocco, tenerezze ... Ecco a voi .. CIAVURU !

 

In occasione del secondo raduno degli " Amanti della Cucina Siciliana ", ho preparato questi piccoli pasticcini, delle tenerezze, appunto, soffici, morbidi, profumati e gustosissimi, per niente stucchevoli.... 
Visto che vi sono piaciuti, a giudicare dal vassoio vuoto e manco Enza arrivò ad assaggiarli.. 
Li ho chiamati " CIAVURU ", e allora  ecco i link che vi riportano alle ricette di queste tenerezze senza glutine ! 
Grazie a tutti , per gli apprezzamenti e per la simpatia, felice di essere stata al secondo raduno degli amanti della cucina siciliana ! 
Volete sapere come li fatti ? 
Ho unito le dosi di queste due torte, per realizzare un unico impasto, ecco cosa è venuto fuori !! 
Tenerezze al cocco e pistacchio !! Provare x credere ! Resterà solo U CIAVURU ! 

Questa torta è' stata fatta con metà del impasto, l' altra metà, versata in una teglia e poi tagliata con un piccolo coppa pasta per fare i pasticcini... 



Il vassoio vuoto, dopo cinque minuti... Enzaaaaaa.... Avanziiiii !!! 

Vi lascio anche qualche foto del raduno, al quale hanno partecipato in tanti, e durante il quale si è fatto un sorteggio a premi con gioielli di manifattura artigianale, e una bellissima mostra di quadri ; il raduno si è svolto nella Sala delle Carrozze, all'interno della bellissima Villa Niscemi, sede istituzionale del sindaco di Palermo ... 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Enza Accardi, titolare del blog " Come mangio io ", admin del gruppo Gli Amanti della Cucina Siciliana e grande amica mia !   
 
Io e Sandro, marito di Enza 
Rosalba, a sinistra della foto, titolare del blog " La Cucina di Rosalba "
 
 Rosalia , Rosalba ed io 
 
E io...etichettata ormai senza glutine !  
 

Adesso vi invito a provare i miei dolcetti... 
Baciuzzzzz e alla prossima ! 
Ciao ! 

http://lamiacucinaperamore.blogspot.com/2015/12/pistacchio-e-cocco-li-adoro.html 
http://lamiacucinaperamore.blogspot.com/2015/12/torta-raffaello-modo-mio-senza-glutine.html